BETTY CARDELLI - flauti

 

Finito il conservatorio suono musica del '900 con una pianista e quando non suono ascolto rock anni '70.

Mi appassiono agli standard jazz, entro a far parte di un gruppo dove la cosa più importante oltre a fare jazz è cenare insieme e la musica diventa il dessert.

Suonare insieme agli altri è la mia passione. Suono il traversiere in un'orchestra di flauti e in un ensemble con chitarra e sitar.

Insegno educazione musicale e flauto nelle scuole

Nel 2003 nascono gli Adanzé.

Mi appassiono ai balli popolari soprattutto irlandesi e balcanici e cominciamo a suonare i brani che ci piacciono di più e un ballo dopo l'altro il repertorio aumenta.

Suonare la musica popolare da ballo è divertente perchè si crea un'aria di festa.

Ascolto i Lou Dalfin, Birkin Tree, Bothy Band, Chieftains, Daniele Sepe e oltre.

Attualmente oltre a suonare per i balli popolari suono con il gruppo The Stragglers - irish music and around - e proponiamo musica tradizionale irlandese.

Ho partecipato a varie incisioni: "Nuova Era" rock progressive (1991) "Dan dan Power" sperimentazione (1994), "Armonie" per la Pieve di Romena (1997), "Tratti dai Canti Orfici di Dino Campana" poesie musicate (2001), “Il ritorno delle passioni” del cantautore Massimiliano Larocca (2004), "Tarabaralla" cd dedicato alla tradizione popolare toscana di Alessadro Giobbi.

Flautista nel gruppo BANDAUT di 7 elementi che propone canzoni del cantautore Fabrizio De André in chiave blues. Incisione del Cd dal titolo “Facce da mandillà” (2010).

Incisione del Cd "Adanzé" 17 brani da ballare e da ascoltare (2012).  

Indietro